Atalanta-Udinese 7-1 (12' Okaka, 21' e 43' Ilicic, 35' rig., 48' e 74' rig. Muriel, 51' Pasalic, 82' Traorè)

Gollini 6,5 - Il risultato finale del match non inganni il lettore, la parata del portiere dell’Atalanta su Lasagna - quando il risultato era ancora sull’1-1 - è stata infatti di vitale importanza. Per il resto, ottima guardia e niente da fare sul gol iniziale di Okaka.

Toloi 6,5 - Sostituisce Palomino nel riscaldamento e risponde presente con una prestazione di grande efficacia.

Djimsiti 6 ,5 - Guida la difesa con personalità e senza rischiare niente. La migliore retroguardia del campionato, oggi, sembra quella dell’Atalanta - fatta eccezione per Kjaer - e non certo quella friulana (Dal 52’ Malinovskyi 6 - Ha grande voglia dopo il gol su rigore realizzato contro il City, per questo si fa vedere spesso, ma non trova il guizzo per ripetere l'esultanza Champions).

Kjaer 5,5 - Errore grave che potrebbe compromettere l’intera partita, quello commesso dal danese dopo appena 12 minuti di gioco. È proprio lui infatti a sbagliare il dribbling su Okaka e regalargli l’autostrada dell’1-0. Per fortuna per i suoi, però, questa sbavatura non compromette il pomeriggio del Gewiss Stadium.

Hateboer 6,5 - Torna a spingere con intensità e insistenza, un pendolino inarrestabile che mette in area avversaria continui cross pericolosi. Spina nel fianco.

De Roon 7 - Equilibrio e geometrie in mezzo al campo, con un assist perfetto per l’1-1 di Ilicic nel primo tempo e un altro assist altrettanto valido per il 7-1 di Traorè nel finale.

Pasalic 6,5 - Partecipa anche lui alla "fiera del gol" di scena a Bergamo, sfruttando alla perfezione un assist di Gomez con una delle specialità della casa (sua): l’inserimento in area. E sfiora pure la doppietta.

Castagne 6,5 - Spinge un po’ meno rispetto a Hateboer sulla corsia opposta, ma non soffre mai le avanzate avversarie e disputa un incontro tutto sommato positivo.

Gomez 7,5 - Due assist, entrambi nella ripresa, e un ruolo crescente da protagonista all’interno della partita. Oggi gli è mancato solo il gol, imprendibile con le sue sterzate per la retroguardia dell’Udinese (Dal 64’ Barrow 6 - Cerca la gloria personale in tutti i modi, partecipando attivamente all’assalto dell’Atalanta nella ripresa pur senza sbloccarsi).

Ilicic 8 - Due gol e un rigore procurato nel primo tempo, una traversa e tante giocate decisive nella ripresa. Lo show del Prof. Ilicic, oggi nella sua migliore versione, vale da solo il prezzo del biglietto di Atalanta-Udinese (Dal 76’ A. Traoré 7 - Un primo assaggio di Serie A, comunque sufficiente per far vedere a tutti che l’Atalanta ha in mano un altro predestinato. Primo gol nel massimo campionato italiano e tante belle speranze per il futuro).

Muriel 8,5 - Un rigore trasformato con massima freddezza per il 2-1 e poi un bel tiro di destro per il 4-1 che ammazza la gara a inizio ripresa, prima del rigore del 6-1 che gli consente di portarsi a casa il pallone. Chiamatelo mister concretezza, l’assenza di Zapata non si fa affatto sentire.

Mg Bergamo 27/10/2019 - campionato di calcio serie A / Atalanta-Udinese / foto Matteo Gribaudi/Image Sport
nella foto: esultanza gol Luis Muriel
Mg Bergamo 27/10/2019 - campionato di calcio serie A / Atalanta-Udinese / foto Matteo Gribaudi/Image Sport nella foto: esultanza gol Luis Muriel © foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Sezione: Il Pagellone / Data: Dom 27 Ottobre 2019 alle 17:21
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print