Dieci minuti. Tanto è bastato ad Aleksey Miranchuk per poter timbrare il cartellino col suo primo gol atalantino. E che gol. Controllo dal limite e tiro morbido a togliere umidità e ragnatele sull'incrocio della porta di Hansen, con Gasperini che fa finta di rimanere serio ma che non nasconde una certa soddisfazione: il tecnico di Grugliasco sa benissimo di aver trovato il suo vice Ilicic e un giocatore con una bella dose di talento. Se il buongiorno si vede dal mattino, il russo può dire la sua nello scacchiere del Gasp.

ESORDIO SUPER - Lammers ha avuto un bell'impatto su questa squadra, ma Miranchuk si è presentato con una rete da vero fuoriclasse. Tutti aspettavano l'esordio del talento classe 1995, arrivato con un problema muscolare: dopo due mesi di attesa l'ex Lokomotiv Mosca ha messo piede in campo e in dieci minuti è riuscito a convincere tutti. Gol da fenomeno e segnale evidente ai compagni, per la corsa al posto da titolare c'è anche Aleksey.

VICE ILICIC - La ricerca del vice Ilicic è stato il leitmotiv della scorsa stagione. Ora Gasperini sembra aver trovato un giocatore simile allo sloveno e in grado di spaccare le partite entrando a gara in corso. La qualità c'è, il mancino anche: davanti l'Atalanta è abbastanza coperta e i giocatori che possono fare la differenza sia in Europa che in serie A ci sono. Lammers, Muriel, Zapata, Gomez, ma soprattutto Ilicic e Miranchuk: due facce della stessa medaglia, due giocatori che in un modulo simile possono davvero pennellare calcio e insegnare un bel po' di fondamentali.

Sezione: Altre news / Data: Gio 22 ottobre 2020 alle 11:00 / Fonte: Patrick Iannarelli
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print