L'uomo della svolta. Nonostante la rottura, nonostante i silenzi, nonostante le parole, nonostante i post, le dichiarazioni. Alejandro Gomez contro Gian Piero Gasperini è uno scontro intestino all'Atalanta che ieri ha dimostrato di saperlo sì digerire e assorbire ma anche grazie all'ingresso in campo del Papu. Lo sa il 10 argentino, lo sa anche il tecnico della Dea che a fine partita non ha voluto spendere parole per il giocatore. "Offenderei gli altri se parlassi di un singolo".

Un summit per capire la strada giusta Così le parti si riaggiorneranno, per cercare di valutare insieme una strategia comune. Un piano da seguire per non mettere il 'caso Gomez-Gasperini' in copertina e lasciare i risultati e il bene dell'Atalanta dietro. I Percassi, la parte tecnica e l'entourage del calciatore sono in stretto contatto e si rivedranno dopo questo mini tour de force, in concomitanza con il break natalizio.

Gioca, non gioca, chi ha ragione? Il punto della questione è questo, sia nelle idee di Percassi che di tutti i protagonisti della questione. Non mettere la querelle in prima posizione ma scegliere, insieme, una via, per poi affrontare parallelamente anche il discorso futuro. Farlo con una dichiarazione pubblica, magari, anche se serve e servirà ancora diplomazia.

Capitolo futuro: volontà divergenti La storia sembra finita, nonostante l'impatto di ieri, nonostante l'importanza di Gomez. Sopportarsi e supportarsi, semmai, ma fin quando sarà più necessario che altro. Il Papu e Gasperini sono ai minimi storici e la storia è finita, passi indietro e scuse da una parte o dall'altra non sono all'orizzonte. Solo che per quel che arriva in queste ore da Bergamo, la famiglia Percassi non vorrebbe liberarlo a zero. Pur a trentatre anni, pur con un background di offerte milionarie rifiutate nel recente passato, non ultima quella dell'Al Ahli in Arabia Saudita, il club ha la ferma intenzione di monetizzare.

Rischio concorrente Non solo. L'Atalanta non vorrebbe farlo partire a zero ma incassare e ancor di più vista la volontà che al momento traspare da parte di Gomez di restare in Italia. Non vorrebbe di fatto rinforzare una diretta concorrente per i piani alti del campionato, mentre all'estero le piste paventate sono quelle che portano tra Parigi e Madrid, sponda Atletico. Però si tratta per adesso di rumors, per il futuro c'è ancora tempo. Prima c'è da pensare al presente e al bene dell'Atalanta che è pure quello che, dopo la tormenta, interessa a tutti i protagonisti in questione, da Gasperini a Gomez e Percassi. Anche se la storia è finita ed è solo questione di tempo.

Sezione: Copertina / Data: Gio 17 dicembre 2020 alle 19:30 / Fonte: Andrea Losapio
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print