Il tormentone non manca nemmeno in questa estate. Cristian Romero, poi, ci ha messo del suo per poter convincere un po' tutti: la crescita nell'ultima stagione è stata esponenziale, proprio per questo motivo i top club si sono mossi per poter capire la fattibilità dell'operazione. Negli uffici di Zingonia qualche offerta ufficiale è anche arrivata, ma lo stesso Percassi ha ribadito che il prezzo finale per il difensore argentino è bello alto. Un segnale abbastanza forte che fa il paio anche con il mercato in entrata. Teun Koopmeiners, infatti, è un profilo interessante per il centrocampo nerazzurro. Ma in questi anni la Dea ha sempre dimostrato una certa coerenza soprattutto sugli acquisti.

ROMERO, CIFRE "IMPOSSIBILI" - "Romero è un giocatore importantissimo, fortissimo, che mi piace molto. E oggi è dell’Atalanta. Punto. Quanto vale? Una grossissima cifra“Antonio Percassi, presidente dell'Atalanta, difficilmente parla, ma quando interviene difficilmente risulta banale. L'operazione Romero è alquanto delicata, proprio per questo motivo serve una cifra elevata per poter convincere il numero uno degli orobici. Con 20 milioni di riscatto, servono almeno 60 milioni sul piatto per poter arrivare a una plusvalenza interessante. Le stesse cifre, poi, dovranno essere reinvestite sul mercato per poter portare a Bergamo due centrali: uno per l'eventuale cessione, l'altro per poter sostituire Mattia Caldara.

KOOPMEINERS DA VALUTARE - Il discorso della prudenza e dalla gestione vale anche per il calciomercato in entrata. "Koopmeiners? Al vaglio ci sono tanti giocatori e bisogna capire bene con il mister se ci sono le caratteristiche che possono essere adatte al gioco dell’Atalanta". Tradotto: a Bergamo arrivano soltanto giocatori funzionali. L'Atalanta dunque ha scelto ancora: l'asticella non si alza più del dovuto e ogni operazione va ponderata. I bilanci in positivo e la gestione virtuosa hanno bisogno di meccanismi ben oliati per poter durare nel tempo.

Sezione: Copertina / Data: Gio 10 giugno 2021 alle 08:15 / Fonte: tmw
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print