ATALANTA-NAPOLI 2-0

Gollini 6 - È attento quando calcia Insigne dal limite, molto rapido quando deve uscire su uno Zielinski lanciato a rete: lo fa in bello stile, con un colpo di testa. Si guadagna la pagnotta sull'incursione di Lozano, confermandosi come uno dei migliori nel'uno contro uno. Sbaglia sul tiro dalla distanza di Ruiz, regalando il gol a Milik. Il var gli evita una figuraccia.
Toloi 6,5 - In difesa è attento e non ha sbavature, poi quando si alza crea con Castagne la giocata per il gol di Gosens. Certamente non è considerabile un assist, ma la cavalcata è degna di nota (dall'89' Sutalo s.v.).
Caldara 6 - Non ha grosse ambasce nel contenere Mertens. Alla distanza però perde un po' di contatto e di fisicità, lasciando il campo (dal 70' Palomino s.v.).
Djimsiti 6,5 - Politano è più veloce rispetto a lui, ma riesce a controllarlo con l'aiuto di tutta la difesa. Quando i palloni sono alti non ha nessun problema (dall'81' Hatebor s.v.).
Castagne 6,5 - Più difensivo rispetto a Gosens, sulla destra deve dare un occhio a Insigne. Poi nella ripresa alza i ritmi e non è un caso che i gol arrivino dalla sua parte: la giocata con Toloi è ottima. Quando entra Lozano ha qualche difficoltà nel contenerlo.
De Roon 6,5 - In mezzo al campo corre e pressa chiunque, va in raddoppio quando serve. È l'uomo ombra di una squadra che gestisce il pallone ma che ha bisogno di lui quando non ha possesso.
Freuler 6 - Impreciso quando il pallone passa nella sua zona e non ha copertura dietro, per evitare guai maggiori non va per il sottile.
Gosens 7 - Ha la forza per puntare Di Lorenzo, ma all'inizio non ha troppo spazio. Quando salgono i giri dell'Atalanta fa lo stesso, trovando il gol da grande attaccante che non è: 9 gol e 6 assist in campionato, un tornado.
Pasalic 7 - Si allarga in una posizione da attaccante destro, nel primo tempo non tocca palloni. Sembra più equilibratore che incursore, ma nel secondo tempo la cosa cambia quando si alza la marea. Si fa trovare al punto giusto nel momento giusto, infilando di testa il sesto gol in campionato su assist del Papu. Una connection che funziona sempre (dall'89' Tameze s.v.).
Gomez 8 - È il primo a scaldare i guantoni di Ospina con un tiro dalla lunga distanza che il colombiano va a deviare in angolo. Regista offensivo, sul primo gol sgonfia il pallone e lo fa comparire dietro le spalle di Mario Rui, con una giocata da 10 argentino. Sul prosieguo dell'azione si inventa il cross del vantaggio. Quando la sfera arriva dalle sue parti tutto si ferma. Poi difende da terzino e non da fantasista. A tratti mostruoso (dall'88 Muriel s.v.).
Zapata 6 - Lo scontro con Maksimovic e Koulibaly non è semplice, per nessuna delle parti in causa. Lui sgomita in mezzo ai difensori avversari, anche se non ha grosse chance né nel primo tempo, che nella ripresa. 

Gasperini 7,5 - Diversamente dal solito non crea niente nel primo tempo, subendo davvero il minimo possibile. Sembra che la scelta sia quella di gestire, per poi sparare una vampata. Succede esattamente così, perché dopo dieci minuti la situazione è su un 2-0 che non cambia più, rischiando davvero il minimo, pur non ripartendo.

Sezione: Il Pagellone / Data: Gio 02 luglio 2020 alle 21:59 / Fonte: tuttomercatoweb.com
Autore: Redazione TA
Vedi letture
Print