MIDTJYLLAND-ATALANTA 0-4

Hansen 6 - Salva quello che può ed evita un passivo maggiore. Su Zapata si inventa una parata incredibile, intervento assurdo anche su Ilicic. Ha qualche responsabilità sul gol di Muriel, ma nel complesso è l'unico che raggiunge la sufficienza.

Andersson 5 - Nei primi minuti trova maggiore spazio e prova anche qualche lancio dietro le spalle della difesa ospite, poi la posizione di Gosens e le continue sgroppate di Djimsiti lo mettono in difficoltà.

Sviatchenko 5 - Zapata non dà punti di riferimento ai due centrali, che vanno subito in difficoltà. Da rivedere anche le giocate da dietro, in costruzione sbaglia un po' troppo.

Scholz 5 - Prova a intimidire il Papu con un paio di randellate, ma l'Atalanta non si spaventa: il risultato parla chiaro, la sua valutazione complessiva anche.

Paulinho 5,5 - Si propone molto bene sulla corsia sinistra, almeno nei primi minuti di gioco. Con il passare dei minuti è costretto al raddoppio su Muriel, spesso gira a vuoto.

Onyeka 5 - In pressione su Muriel riesce a impedire un paio di giocate pericolose al colombiano, ma appena gli orobici alzano il ritmo va in confusione e sbaglia un bel po' di palloni. Nel finale spaventa Sportiello, ma il suo tiro termina sul fondo. (Dall'87' Kraev 6 -).

Cajuste 5,5 - È uno dei pochi che tenta l'iniziativa personale, con un paio di giocate prova a mettere in difficoltà gli uomini del Gasp. Sporca la sua prestazione con duetr (Dal 75' Madsen 5,5 - Entra con il punteggio già compromesso, ma combina davvero poco).

Dreyer 5,5 - Un paio di giocate pericolose, le uniche conclusioni verso la porta di questa sera sono le sue. Nulla di particolare, ma almeno ci prova in qualche modo.

Sisto 5 - Era il giocatore più atteso della serata, ma dopo un paio di buone azioni in attacco si eclissa come tutto il reparto offensivo. Il talento non viene cancellato da una serata storta, ma il danese deve assolutamente resettare una partita sottotono. (Dall'87' Anderson s.v.).

Mabil 5 - Si muove molto, ma viene marcato stretto in ogni zona del campo. Dopo pochi minuti i tre dietro gli prendono le misure, da quel momento in poi non si muove più. (Dal 76' Vibe 6 - Un paio di buone giocate, ma nulla di particolarmente interessante e determinante sulla sfida).

Kaba 4,5 - Priske aveva puntato tutto sul suo numero 9, ma l'attaccante della Guinea non si vede praticamente mai. Esce a testa bassa, ma deve riflettere su una prestazione disastrosa. (Dal 60' Evander 6 - È l'unico che riesce a creare qualche problema, ma praticamente è una lotta contro i mulini al vento).

Brian Priske 5 - Dopo i primi palloni persi con la costruzione da dietro prosegue sul suo modo di giocare e prende l'imbarcata più che evitabile. O forse no. Colpe nello schierare una formazione troppo propositiva o troppa emozione? Motivazioni a parte paga l'esordio, come tutta la squadra.

Sezione: Il Pagellone / Data: Mer 21 ottobre 2020 alle 23:02
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print