GOLLINI, voto 6,5
Ritrova dopo la partita di andata degli ottavi di Champions contro il Real Madrid, una maglia da titolare. Non corre mai grossi pericoli, un'attenta difesa nerazzurra impedisce ogni sortita offensiva scaligera. Bravissimo al 73' quando si oppone col braccio 'alla tedesca' la conclusione ravvicinata di Lazovic, lanciato a rete evitando di far entrare in partita la squadra di Juric. E' suo il lancio perfetto che innesca poil raddoppio atalantino. 

TOLOI, voto 6,5
Nella posizione di destra si comporta egregiamente, con dedizione e senso della posizione. Stringe i denti, per via di un duro colpo in volto. Un leggero risentimento al flessore costringe Gasperini a non rischiarlo e a sostituirlo, considerata anche la chiamata in nazionale. 

dal 64' MAEHLE, voto 6
Partita diligente, non corre rischi e controlla bene la fase difensiva. 

ROMERO, voto 7
Non ci sono aggettivi per descrivere la qualità e la quantità di questo giocatore che mostra in campo. Si diverte giocando e si mette a disposizione della squadra in tutti i sensi, anche quando 'lascia' i panni del difensore e supporta la fase offensiva. 

PALOMINO, voto 6,5
E' molto attento, concentrato e sincronizza ogni movimento difensivo con Romero alla perfezione. Preciso. 

DJIMSITI, voto 6,5
Si adegua da grande professionista e duttilità come quarto difensore di sinistra in maniera eccellente. 

DE ROON, voto 6,5
Controlla ogni fase del centrocampo nerazzurro, la sua voce detta i tempi a tutta la squadra nel nuovo disegno tattico di Gasperini. Intelligenza e qualità, vince il duello contro i diretti avversari gialloblù.

FREULER, voto 6,5
Lavoro sporco, ma prezioso e richiesto da Gasperini nelle zone nevralgiche del campo

MALINOVSKYI, voto 7,5 - IL MIGLIORE 
Gol e assist, finalmente si rivedono le grandi capacità di questa preziosa pedina della Dea. Ha morale e mostra una condizione fisica che regge benissimo gli urti aggressivi del Verona. 

dall'87' KOVALENKO, SV 
Fa il suo debutto in Serie A. Benvenuto 

PESSINA, voto 6,5
Juric lo teme e gli mette Tameze a uomo, lui non soffre la marcatura ed è bravissimo a districarsi tra difesa e attacco da vero 'collante'. 

dal 77' ILICIC, voto 6
Entra in campo determinato a voler scrivere il suo nome sul tabellino. Bravo a ritagliarsi nell'ultimo fazzoletto di gara due occasioni, la traversa gli nega la gioia personale. Buoni spunti. 

MIRANCHUK, voto 6
Fatica a trovare il guizzo giusto per rendersi pericoloso. Ci mette, dal canto suo, comunque un apprezzabile impegno. 

dal 64' PASALIC, voto 6
Partita in cassaforte, ha compito facile nel proseguire l'ottimo lavoro dei compagni. 

ZAPATA, voto 7,5
Che fosse in giornata di grazia lo si era visto fin dalle prime battute di gioco. Gol strappato di forza e da grande campione, potrebbe essere doppietta, ma ci si mette di mezzo il montante della porta di Silvestri. 

dal 77' MURIEL, voto 6
Ha una capacità di girarsi e calciare in porta incredbile. Appena entrato, subito si rende pericoloso. Ha sui piedi il tris, è devastante a puntare i difensori veronesi, ma sfiora di un pelo il gol. 

ALL. GASPERINI, voto 7
Stupisce tutti cambiando letteralmente modulo alla sua Dea con la difesa a quattro, imbrigliando l'allievo Juric che aveva studiato tutt'altra partita. 

Sezione: Il Pagellone / Data: Lun 22 marzo 2021 alle 13:30 / Fonte: Lorenzo Casalino
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print