Dragowski 5: Nel primo tempo compie un paio di buon interventi ma la ripresa lo vede decisamente in difficoltà. Prima si fa superare dall'assist in pallonetto da parte di Gomez sul gol di Zapata e poi non si distende e si butta in ritardo sul raddoppio di Malinovskyi.


Milenkovic 5,5: Gioca la consueta partita attenta e ottima anche in anticipo alternandosi con Pezzella nella marcatura di Zapata. L'errore però che rende il suo voto sotto la sufficienza è la posizione troppo bassa sull'azione che ha permesso all'Atalanta di andare in gol con il colombiano. 


Pezzella 6: Nettamente meglio delle ultime settimane. Su Zapata gioca una buona gara, molto fisica. Il gol del colombiano non arriva per un suo errore e già questa, visto il periodo, è una notizia. 


Igor 6: Per la Fiorentina è sicuramente una bella sorpresa: solidità e buona tecnica a servizio della difesa viola. Contro Ilicic gioca un'ottima partita nonostante il consueto estro dello sloveno. Cala un po' nel finale, ma è difficile chiedergli di più dopo pochi giorni a Firenze. 


Lirola 5,5: Un passo indietro rispetto alle ultime uscite, non riesce a trovare spazio anche a causa dell'intrapredenza di Gosens. 


Benassi 5: Sbaglia almeno tre ripartenze nel corso del primo tempo solo per imprecisione. Non si fa vedere neanche in zona gol come di consueto e dunque la sua partita non può altro che risultare decisamente insufficiente. (Dall'84' Badelj S.V.: Tocca tre palloni quando la gara è già finita). 


Pulgar 5,5: Non sembra essere nel migliore stato di forma e comunque non riesce mai a dare geometrie al gioco della Fiorentina. Serve qualcosa in più da parte sua, anche sui calci da fermo. (Dal 79' Sottil S.V.)


Castrovilli 6: Rientra dopo l'infortunio che aveva fatto paura a tutto il popolo viola. Buon primo tempo con le solite sgroppate e con classe mista a fisicità, che non guastano in questo centrocampo. Il secondo tempo prova a giocare da solo senza fortuna e il calo è evidente, anche nel gioco dei compagni. 


Dalbert 6: Attento dalla parte di Ilicic, blocca spesso e volentieri le sortite avversarie anche con interventi ruvidi. Poco propositivo in avanti, ma pare che sia stata una linea dettata dal tecnico. 
Chiesa 6.5: Quando vede l'Atalanta, vede rosso. Un gol bello che risulta comunque inutile visto il risultato finale. Ci prova spesso, ma ancora non sembra aver capito il ruolo di seconda punta. Troppo lontano dal compagno di reparto: Iachini dovrà lavorarci, eccome. 


Cutrone 5: Un tempo da dimenticare per l'attaccante acquistato a gennaio dal Wolverhampton. Sbaglia tanti appoggi, non regge la palla e l'unica occasione che gli capita tra i piedi la spreca sparando su Gollini. Iachini è costretto a cambiarlo all'intervallo. (Dal 45' Vlahovic 6: Più vivace del compagno di reparto e pericoloso quando in area manda a spasso mezza difesa avversaria. Poi si perde nel poco gioco della squadra viola, ma ha dei colpi che meritano molto spazio, almeno da qui alla fine dell'anno). 

Sezione: Il Pagellone / Data: Sab 08 febbraio 2020 alle 17:11
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print