Zoet 5,5 - Inizia con un’uscita sconsiderata, Ilicic lo grazia colpendo un avversario a porta praticamente sguarnita. Non può fare nulla sui tre gol subiti, ma dà parecchia insicurezza a tutta la retroguardia.

Vignali 5,5 - Nel primo tempo si piazza sulla corsia destra e cerca di limitare la catena mancina dei nerazzurri. Ci riesce fino al momento del gol di Pasalic: scivola nel momento peggiore, lasciando parecchio spazio al croato. (Dal 67’ Acampora 5,5 - Gira un po’ a vuoto anche per via del risultato: dopo i due gol i liguri non hanno costruito più con lucidità).

Ismajli 6 - Prova a sfidare in velocità Luis Muriel e lo tiene bene. Ma se la gara di sprint viene vinta dal numero 34, quella di furbizia è tutta del colombiano: appena ha 3 metri di spazio si inventa un gran gol a giro e il centrale classe '96 può farci pochissimo. (Dall’80’ Chabot s.v.).

Erlic 6 - Ilicic gli dà una mano coi vari palloni sbagliati, lui non si fa quasi mai saltare. Regge bene e chiude in maniera preventiva, ma nel finale crolla e concede il secondo gol a Pasalic.

Marchizza 5 - Probabilmente uno dei pochi che soffre i tipici uno-due della compagine nerazzurra. Spesso si fa trovare in mezzo e lascia un bel po’ di spazi, la prima rete arriva proprio dalla sua parte.

Leo Sena 6 - Quando trova spazio si inserisce senza palla e prova a creare superiorità numerica, col passare del tempo cala d’intensità e la manovra offensiva dei liguri ne risente.

Ricci 6 - Soltanto Sportiello gli nega la gioia del gol: inserimento coi tempi giusti e conclusione violenta, per poco non sblocca il match. Bene in palleggio, lo spirito di sacrificio però non basta. Sulla terza rete atalantina perde un pallone sanguinoso a centrocampo.

Maggiore 6,5 - Pasalic gli salta in testa dopo pochi minuti. Italiano lo striglia, da quel momento in poi inizia a carburare e diventa una spina nel fianco. Recupera e si lancia nello spazio creando superiorità in area di rigore. (Dal 67’ Estevez 6 - Dà nuova linfa vitale ai suoi, confeziona l’assist per il 3-1 di Piccoli).

Verde 5,5 - Il primo squillo è il suo, ma Sportiello controlla senza problemi. Copre bene in difesa, ma sulla corsia destra non crea nessun tipo di pericolo.

Nzola 5 - Doveva essere il cliente più scomodo, ma a turno Romero e Palomino lo limitano e non lo fanno mai girare. Ingaggia un bel duello coi due centrali, ma ne esce sconfitto. (Dall’80’ Piccoli 6).

Gyasi 6,5 - Dei tre d’attacco è il più propositivo, quando accelera crea sempre pericoli. Sfonda sulla sinistra e porta Toloi a prendere un giallo dopo pochi minuti. Appena finisce la benzina calano anche i pericoli.

Vincenzo Italiano 6 - Ha un merito: continuare a proporre gioco in ogni contesto e in ogni situazione. Il risultato non premia una partita di sacrificio di una squadra che avrebbe meritato qualcosa di più. L’hanno decisa i campioni, ma torna a casa a testa alta.

Sezione: Il Pagellone / Data: Ven 12 marzo 2021 alle 22:43
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print