Sembra arricchirsi di un nuovo capitolo la querelle tra Fiorentina e Perugia ed Atalanta per la cessione del giocatore Gianluca Mancini dagli umbri al club bergamasco. Il motivo addotto dalla Fiorentina è ormai noto: alterazione del valore del giocatore per pagare una percentuale più bassa alla Fiorentina (percentuale che ha ancora nella misura della metà del 10 per cento del prezzo dell'eventuale ulteriore cessione ad esempio alla Roma che lo segue) ma le due società, deferite al riguardo, sono uscite vincitrici in ogni grado, così il club viola ha presentato ricorso al Collegio di garanzia del Coni anche contro la la Figc. Nelle scorse ore è stata fissata l'udienza che metterà la parola fine alla questione. Ecco il comunicato:  

Il Presidente della Quarta Sezione del Collegio di Garanzia, Dante D’Alessio, ha fissato la data della prossima sessione di udienze della Sezione da lui presieduta, che si terrà il prossimo 23 luglio, a partire dalle ore 15.00, e sarà preordinata a discutere i seguenti ricorsi:

Ricorso presentato il 7 giugno 2019 dalla società ACF Fiorentina S.p.A. contro le società AC Perugia Calcio s.r.l. e Atalanta Bergamasca Calcio S.p.A., nonché nei confronti della Federazione Italiana Giuoco Calcio, con notifica anche nei confronti della Procura Generale dello Sport c/o il CONI, avverso la decisione della Corte Federale d’Appello della FIGC, di cui, quanto al dispositivo, al C.U. n. 088/CFA dell’11 aprile 2019 e, quanto alle motivazioni, al C.U. n. 098/CFA dell’8 maggio 2019, con la quale è stato respinto il gravame promosso dalla odierna ricorrente avverso la decisione del Tribunale Federale Nazionale - Sez. Vertenze Economiche, di cui al C.U. n. 15/TFV-SVE del 6 marzo u.s., ed è stato confermato l’esito della reiezione;

Sezione: Altre news / Data: Gio 18 Luglio 2019 alle 21:30 / Fonte: Coni
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print