Gian Piero Gasperini, tecnico dell'Atalanta, è intervenuto nella conferenza stampa alla vigilia del match con il Sassuolo per analizzare la ripresa: "È una situazione molto diversa, nuova un po’ per tutti. Può essere l’inizio di un ritorno alla normalità, anche se le cose cambieranno di molto. Anche il calcio riparte, c’è tanta attesa: speriamo di poter dare un contributo".

Come sta l’Atalanta?
"L’aspetto mentale sarà importante, anche il più imprevedibile. Per il resto ci alleniamo da tante settimane. Mancano poche ore alla ripartenza".

Sentite la responsabilità di far bene?
"La dimensione di quello che è successo a Bergamo è difficile da rimediare con qualsiasi impresa. Questa cosa ha completamente capovolto tutto, tra un po’ di tempo capiremo perché c’è stata tanta aggressività qui. Bergamo l’ha pagata pesantemente, cercheremo di ripartire attraverso il calcio".

Mancheranno i tifosi.
"I tifosi sono una componente fondamentale per il calcio, giocare senza pubblico non fa bene a nessuno. Speriamo che presto la gente possa tornare allo stadio".

Ha deciso la formazione?
"Ci siamo tutti, è una partita che sarà un recupero. Le partite sono tutte decisive, 13 gare sono ancora molte. Il campionato è ancora lunghissimo, tutto è ancora in palio: sarà molto interessante".

Chi è più avvantaggiato?
"Non lo so, forse tutti partiamo alla pari. Ci sono tanti dubbi e tante situazioni nuove, giocare a giugno e luglio con un clima caldo. In questo senso saremo tutti alla pari, vedremo chi si adatterà meglio".

Sarà un tour de force.
"Non abbiamo mai affrontato una situazione simile, dobbiamo essere bravi ad adattarci e non avere alibi. Vedremo strada facendo, sarà una nuova avventura. La Champions è qualcosa di straordinario, ma pensiamo al campionato".

Un saluto ai tifosi?
"Loro ci seguiranno in televisione, ma li sentiamo vicini. Abbiamo un po’ il compito di dare soddisfazione a tutti. Spero che tutti possano tornare sugli spalti".

atalanta.it
Sezione: Zingonia / Data: Sab 20 giugno 2020 alle 18:32
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print