"Il Napoli? E' una gara molto importante, anche se parlare di sfida scudetto è esagerato in questo momento. E' una gara da vincere. Rischio di arrivare stanchi? E' sempre un momento particolare quando ci sono le nazionali, secondo me stiamo molto bene fisicamente e sappiamo cosa dobbiamo fare". Parla così l'esterno dell'Atalanta, Robin Gosens, ai microfoni di Sky Sport: "L'esperienza con la Germania? Alla fine giochi coi più forti, ti fa crescere come persona e come giocatore, è importantissima".

Il timore che si fermi tutto? "No timore, ma rispetto per la situazione, tutte le società stanno facendo di tutto per garantire la sicurezza dei dipendenti, non solo dei calciatori. Alla fine dobbiamo stare molto attenti, la situazione rimane ancora un po' così".

L'Atalanta è ripartita da dove aveva lasciato. "Abbiamo la fortuna di giocare insieme da quasi 4 anni, abbiamo preso rinforzi importanti e tenuto la base. Abbiamo iniziato molto forte perché non è servito adattamento".

La Champions? "Sensazione diversa rispetto all'anno scorso, abbiamo imparato dalle sconfitte, siamo più forti e preparati mentalmente. Per gli altri adesso siamo una squadra che ha fatto vedere il suo valore".

Mercato? "Ho detto che sarei andato via solo per un progetto che possa rappresentare uno step per me. E' un onore quando ti cercano tante squadre ma sono contento di stare. Sono rimasto perché credo nel progetto e perché qui posso sognare l'Europeo"

Scudetto? "Noi pensiamo artita dopo partita, lo scudetto è una parola grossa. Favorita è l'Inter, ha la rosa più forte e ampia con qualità".

Mg Bergamo 04/10/2020 - campionato di calcio serie A / Atalanta-Cagliari / foto Matteo Gribaudi/Image Sport
nella foto: esultanza gol Robin Gosens
Mg Bergamo 04/10/2020 - campionato di calcio serie A / Atalanta-Cagliari / foto Matteo Gribaudi/Image Sport nella foto: esultanza gol Robin Gosens © foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Sezione: Zingonia / Data: Ven 16 ottobre 2020 alle 08:00
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print