Non è una punta centrale, nemmeno un trequartista. Un giocatore con un ruolo tutto suo, che spesso fa la differenza. Josip Ilicic è necessario all'interno del 3-4-1-2 di Gian Piero Gasperini, proprio per questo il tecnico nerazzurro non vede l'ora di recuperarlo: "Sono stato tra i più scettici, ma ora sono fiducioso perché sta dando delle risposte incredibili, penso che tornerà molto presto", le parole del Gasp durante il Festival dello Sport. Lo sloveno sta per tornare e potrebbe farlo già nelle prossime sfide, per dare quell'imprevedibilità che caratterizza la manovra offensiva degli orobici.

IL GRANDE RITORNO - L'ultima partita ufficiale risale all'11 luglio, big match contro la Juventus. Tre mesi precisi conditi da tantissime voci e poche certezze: una di queste l'assenza di un giocatore importantissimo per la Dea e per Gasperini. Nessuno in casa nerazzurra ha voluto forzare i tempi del recupero, tutti a Zingonia lo hanno aspettato a braccia aperte senza spingere su nessun aspetto: Ilicic ci ha messo del suo, con tutta la buona volontà si è ripreso la sua gente e la sua squadra, aiutato dall'affetto di un'intera città che lo ha sempre accolto a braccia aperte. Subito a disposizione del mister dopo qualche giorno dal raduno ufficiale e via ad allenarsi con i compagni, per tornare nel minor tempo possibile.

FONDAMENTALE - L'Atalanta sta per ritrovare prima di tutto un professionista e un ragazzo che ha passato un periodo davvero complicato. A livello tattico il recupero sarà cruciale: quel ruolo da seconda punta ha dato allo sloveno nuova linfa vitale e un modo totalmente differente di interpretare il calcio. La scorsa stagione Ilicic ha collezionato 34 presenze, mettendo a segno 21 gol e 9 assist: un contributo fondamentale anche in una squadra che va col pilota automatico. Il numero 72 riesce però a dare quell'imprevedibilità in più, ma anche una buona dose di qualità. che colma il gap con le big d'Italia e d'Europa. Un giocatore incredibile che sta tornando in campo, pronto per insegnare la solita lezione di calcio. Manca poco, ma il Professore è pronto per riprendersi la Dea.

Sezione: Copertina / Data: Lun 12 ottobre 2020 alle 08:45
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print