Il pareggio, classifica alla mano, fa sorridere il Genoa: i rossoblù di Davide Nicola escono dal Gewiss Stadium di Bergamo con un 2-2 che vale molto in ottica salvezza. Mentre l'Atalanta di Gian Piero Gasperini, dopo la sconfitta interna contro la SPAL, si ferma ancora nello stadio di casa. E agguanta, ma non supera, la Roma al quarto posto.

GIAN PIERO GASPERINI 5 - Parte con la formazione tipo, o quasi, e fin qui poco da dire. Però la scelta di togliere Zapata non paga, anzi: è vero che il colombiano non era rientrato in partita nel migliore dei modi, ma era stato decisivo in entrambe le marcature degli orobici. E senza di lui l'Atalanta ha perso tanta pericolosità offensiva, oltre ai centimetri. Prova a ridare verve all'attacco con Muriel, senza riuscire a sfruttare la superiorità numerica nei minuti finali.

DAVIDE NICOLA 6,5 - Mezzo voto in meno perché aspetta troppo a sostituire Behrami, che infatti esce espulso dopo aver giocato mezz'ora da ammonito: sono dettagli che fanno la differenza. Non oggi, per sua fortuna, perché il fortino rossoblù regge anche in dieci contro undici. E perché tutte le altre scelte del tecnico sono perfette: sfida l'Atalanta sul campo dell'intensità e vince questa battaglia. Sorpende tutti con la coppia pesante Sanabria-Pinamonti, che impegna la difesa avversaria. È un Genoa operaio e non solo il suo, che strappa un punto molto prezioso da uno degli stadi più complicati della Serie A.

Davide Nicola - Fiorentina-Genoa Serie A 21a giornata
Davide Nicola - Fiorentina-Genoa Serie A 21a giornata © foto di Federico De Luca
Sezione: Il Pagellone / Data: Dom 02 febbraio 2020 alle 17:47
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print