Di tempo ne è passato parecchio. Nel mezzo è successo praticamente di tutto, con la città di Bergamo nell'occhio del ciclone: sembra una vita fa, ma lo scorso 19 febbraio l'Atalanta abbatteva il Valencia nella magica notte di San Siro. Un 4-1 che spianò la strada al successo in Spagna e alla qualificazione ai quarti di finale, il tutto grazie alla prestazione da vero fuoriclasse di Josip Ilicic. Lo sloveno segnò un gran gol in casa, poi con quattro reti diventò il protagonista al Mestalla: da quel momento in poi il declino dovuto a tantissimi problemi personali che lo hanno allontanato man mano dal campo. "Il momento di buio nel periodo migliore della sua carriera", così sintetizzò Gasperini. Josip Ilicic - bello di notte viste le prestazioni in Champions League - è tornato e ha dimostrato di non aver mai perso quelle qualità messe in mostra nelle serate europee. L'andamento è pur sempre altalenante, ma il Gasp non ha dubbi: il miracolo passa dall'uomo di maggior qualità. 

ATALANTA-REAL, LA NOTTE DELLE STELLE - Parecchi continuano a ripeterlo ancora oggi: sfide così a Bergamo erano impossibili anche da sognare. Negli ultimi anni la Dea è diventata un habitué delle notti europee: soltanto in questa edizione sono arrivate le sfide con Liverpool e Ajax, ora anche il Real. La bellezza di 23 Champions League in totale, una sfida che va oltre all'immaginario collettivo: sarà una partita indimenticabile, la classica sfida da cerchiare in rosso sul calendario. Prima ci sarà il Napoli in campionato, ma è inutile girarci intorno: la testa - nonostante le parole di Gasperini - è proiettata alla sfida di mercoledì 24 febbraio. 

IL MIRACOLO PASSA DA ILICIC - Servirà un'impresa per poter ottenere un risultato favorevole e giocarsela a Madrid. Ma per poter tentare l'ennesimo miracolo, il tecnico di Grugliasco dovrà affidarsi all'uomo di maggior talento: con la partenza del Papu Gomez tutti i riflettori saranno puntati proprio su Ilicic. Estro e qualità, senza dimenticare quel pizzico di faccia tosta utile nei momenti più complicati. L'Atalanta dovrà essere "bella di notte" - a prescindere dal risultato - e per farlo si affiderà a un giocatore che quando si accendono i fari dello stadio diventa imprendibile. O quasi.

Sezione: Copertina / Data: Ven 19 febbraio 2021 alle 12:15 / Fonte: TMW
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print