LE SCELTE DEI DUE TECNICI - Il Parma effettua cinque cambi rispetto la sconfitta col Torino. Cornelius in campo dal primo minuto, Gervinho e Kucka a supporto del danese. In mezzo al campo spazio a Kurtic, Grassi e Sohm. Qualche novità per quanto riguarda l’Atalanta: Ilicic torna in campo dal 1’, con Pessina e Muriel in panchina. Zapata e Malinovskyi a completare il pacchetto arretrato, Maehle subito titolare nonostante i problemi al tendine d’achille riscontrati nei giorni scorsi. Assente Toloi, al suo posto Palomino.

MALI-GOL - Nel primo tempo il copione è uno soltanto: Atalanta a trazione anteriore e Parma chiusa nella propria metà campo. Il possesso sul perimetro è praticamente interminabile, proprio da un’azione simile nasce il gol del vantaggio: Malinovskyi controlla un passaggio di Ilicic e calcia in porta, una deviazione di Osorio mette la palla in buca d’angolo. Al 20’ Gosens si inserisce coi tempi giusti su un bel pallone di Ilicic, ma il colpo di testa esce per questione di centimetri. Al 41’ Zapata si aggiusta il pallone col mancino, ma il colombiano non trova l’impatto giusto con la sfera.

MURIEL IS ON FIRE - Nella ripresa Gasperini effettua due cambi: Muriel entra al posto di Zapata, Pessina si piazza sulla trequarti al posto di Ilicic. Al 52’ il centrocampista azzurro controllo dal limite e con un diagonale rasoterra supera Sepe. Al 67’ arriva il primo vero tiro verso la porta dell’Atalanta, ma la conclusione di Kurtic viene deviata in corner. L’Atalanta gioca sul velluto e al 77’ arriva la terza rete di giornata: Miranchuk trova Pasalic tra le linee, il croato serve Muriel che solo davanti a Sepe non sbaglia. Il Parma sfrutta il posizionamento errato della difesa dopo il gol, Busio serve Brunetta che da due passi non sbaglia. Nel finale succede praticamente di tutto: Muriel trova il 4-1 dopo il palo di Pessina, Sohm supera Sportiello dopo una disattenzione della difesa orobica. Gasperini non la prende bene e si arrabbia coi suoi, che addormentano la partita. C’è ancora tempo per un gol, quello di Miranchuk: finisce 5-2, con l’Atalanta che si avvicina sempre di più alla terza qualificazione consecutiva in Champions.

Sezione: Copertina / Data: Dom 09 maggio 2021 alle 17:00
Autore: Redazione TuttoAtalanta.com / Twitter: @tuttoatalanta
Vedi letture
Print