"Abbiamo commesso due errori, abbiamo iniziato a chiacchierare e ci siamo fatti due gol da soli. Sono molto arrabbiato perché l'Atalanta oggi ha fatto poco. Il primo gol ce lo siamo fatti da soli, abbiamo creato ma troppe chiacchiere. Dovevamo fare le cose in modo migliore". Parole e pensieri di Gennaro Gattuso, allenatore del Napoli che ai microfoni di 'DAZN' ha commentato la sconfitta contro l'Atalanta. Al Gewiss Stadium, la squadra partenopea ha perso 2-0. 

Cosa chiedeva di diverso ai suoi attaccanti?
"Nel primo tempo abbiamo fatto bene, ma qualitativamente abbiamo sbagliato tanto. Per i giocatori di qualità che abbiamo dovevamo fare meglio. Oggi non ero contento per come abbiamo sviluppato il primo tempo". 

Avete accusato il colpo dopo il primo gol. 
"Ci può stare l'errore, ma il problema è dopo l'errore. Abbiamo cominciato a perdere energie per l'arbitro o per il guardalinee. In questo momento noi non possiamo mollare, abbiamo 9 gare di campionato e la Champions ad agosto. Non voglio alcun calo di tensione, dopo i gol presi la squadra ha solo pensato a lamentarsi invece di giocare". 

Vorresti giocare subito la gara contro il Barcellona?
"Prima del 7-8 agosto non si gioca e noi dobbiamo arrivarci nel migliore dei modi. Dobbiamo lavorare bene e preparare bene le partite. Io non ricordo un tiro in porta dell'Atalanta, loro schiacciano gli avversari e mettono in difficoltà tutti. Ma oggi l'abbiamo buttata noi la partita".

Ora l'obiettivo è la sfida col Barcellona?
"Non posso pensare questo, dobbiamo lavorare sul prossimo anno e sulla mentalità. Dobbiamo correggere dove siamo carenti e queste partite ci serviranno anche per correggere questi aspetti, in questo momento abbiamo il dovere di fare le cose fatte bene e non possiamo regalare nulla a nessuno".

Sezione: L'avversario / Data: Gio 02 luglio 2020 alle 21:53
Autore: Redazione TA
Vedi letture
Print